Come cancellarsi dal CRIF ?

La sigla Crif sta ad indicare le centrali rischi finanziari, ovvero una banca dati in cui vengono annotati i finanziamenti chiesti, in fase di istruttoria, rifiutati o negati con i relativi dati sui pagamenti.

I dati inseriti nel Crif sono forniti dagli istituti di credito che aderiscono volontariamente al sistema di raccolta in oggetto. Il D.lgs 196 del 2003 prevede un meccanismo di cancellazione automatica attivata al trascorrere di un determinato tempo.

Cancellazione dal CRIFNon è però inusuale che tali meccanismi automatici non vengano applicati e che quindi le persone vedano negarsi credito pur non avendo finanziamenti in corso e senza essere cattivi pagatori.

Il Crif non detiene i dati solo di coloro che sono cattivi pagatori, ma la storia finanziara di tutti coloro che hanno richiesto un finanziamento o ne hanno in corso uno.

Nella maggior parte dei casi gli istituti finanziari che erogano prestiti prima di procedere vanno a controllare il Crif in modo da avere una visuale completa dei rapporti di prestito di coloro che vogliono accedere a dei fondi.

L’iscrizione e la mancata cancellazione al verificarsi delle condizioni può portare ad una negazione del credito.

I tempi necessari per la cancellazione dal CRIF

I tempi per la cancellazione automatica dal Crif sono:
-in caso di istruttoria per la richiesta di un prestito di 6 mesi;
-in caso di rinuncia ad un finanziamento o rifiuto, dopo un mese;
-in caso di finanziamento estinto con pagamenti puntuali, la cancellazione dovrebbe avvenire dopo 36 mesi dall’estinzione del rapporto;
– se vi è un ritardo nel pagamento la durata dell’iscrizione ha dei tempi diversi, viene cancellata dopo un anno decorrente dal momento della regolarizzazione del rapporto, questo però solo nel caso in cui i successivi pagamenti siano stati regolari per le 12 mensilità, se però il ritardo ha riguardato almeno tre rate, la cancellazione avviene dopo 24 mesi sempre decorrenti dal momento della messa in regola dei pagamenti e senza che nei citati 24 mesi si verifichino altri ritardi;
– infine, per i finanziamenti non rimborsati o con gravi morosità il termine è di 36 mesi dall’estinzione prevista o dall’ultimo aggiornamento fornito dall’istituto di credito erogante.

Se la cancellazione automatica non avviene, O SE SI VUOLE RISOLVERE IL PROBLEMA IN TEMPI MOLTO MA MOLTO Più RAPIDI, è bene rivolgersi ad aziende specializzate nel settore come l’Ufficio Cancellazione Pregiudizievoli Creditizie del Dott. Zaratti. Ad attendere un team specializzato in vari settori (legale, commerciale, informatico) al fine di ottenere la cancellazione dal Crif.

Presso lo studio del Dott. Zaratti viene prima eseguita una visura preliminare per avere una conoscenza dettagliata della condizione della persona interessata presso la banca dati. Solo in seguito, in base ad un’approfondita conoscenza legale, viene ufficialmente richiesta la cancellazione dal Crif, solitamente il cliente ottiene un riscontro positivo in pochi giorni.

L’indirizzo del sito del Dott. Zaratti è il seguente: www.ufficiocancellazioneprotesti.it

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*