Prestito a tasso variabile da Banca regionale europea

Il prestito a tasso variabile, disponibile in qualsiasi filiale della Banca regionale europea, istituto di credito del gruppo UBI Banca, è un finanziamento personale che l’istituto bancario rivolge in favore di quella clientela correntista che desideri poter effettuare operazioni di spesa e di investimento, sfruttando le migliori condizioni di ingresso generate dall’applicazione del tasso di interesse variabile, e gli eventuali futuri ribassi dei tassi di mercato. Attraverso il prestito variabile di Banca regionale europea, il cliente potrà entrare in possesso di un importo fino a un massimo di 75 mila euro, da restituire all’interno di un piano di ammortamento che potrà estendersi tra i 12 e i 120 mesi, con possibile estinzione anticipata – totale o parziale – in qualsiasi momento, alle condizioni stabilite nel contratto di finanziamento sottoscritto. Il tasso di interesse annuo nominale, come già introdotto, sarà variabile per l’intera estensione temporale della transazione, calcolato sulla base dell’Euribor a tre mesi, oltre a uno spread attualmente pari al 9 per cento. Tra le tante opzioni di flessibilità e di personalizzazione del prodotto, segnaliamo la possibilità di differire il pagamento di una rata (ogni 24 mesi), con inserimento della stessa al termine del piano di ammortamento originario. È inoltre prevista la possibilità di sottoscrivere una polizza assicurativa facoltativa, con oneri a carico del cliente debitore, denominata BluCredit One Prestiti: la polizza interverrà con l’estinzione anticipata del debito residuo in caso di morte o invalidità permanente totale da malattia e da infortuni, e con il pagamento delle rate in scadenza in caso di perdita di impiego, inabilità temporanea al lavoro, ricovero ospedaliero. Altri costi sono infine relativi a spese...

Mutuo surroga a tasso variabile da Poste italiane

Il mutuo surroga a tasso di interesse variabile è un finanziamento che viene stipulato presso Poste italiane, per consentire agli uffici postali di subentrare nella relazione creditizia già esistente per un mutuo in corso di ammortamento presso un altro istituto di credito, permettendo al cliente di spostare tale linea creditizia presso le Poste italiane, mantenendo i vantaggi fiscali accumulati nel tempo. L’operazione viene effettuata – grazie a quanto previsto nell’art. 8 l. 40/2007 – in maniera del tutto gratuita per il cliente, il quale non sarà soggetto al pagamento di alcuna commissione a titolo di istruttoria, di perizia, di registro, sostitutiva, di bollo, ipotecaria o catastale. Il cliente di Poste italiane sarà anche ritenuto indenne dal pagamento di eventuali oneri notarili, o ancora dal premio per la polizza di incendio e di scoppio. Nella versione che oggi esaminiamo, il finanziamento si avvale della presenza di un tasso di interesse variabile, che verrà calcolato come somma tra un parametro di indicizzazione a scelta tra l’Euribor di periodo e il tasso ufficiale di riferimento della Banca Centrale Europea, e uno spread stabilito dall’istituto erogante per il mese in cui verrà effettuata la stipula del contratto di finanziamento immobiliare. Ricordiamo infine che l’importo erogato tramite il finanziamento per surroga dovrà essere uguale all’importo del debito residuo del vecchio mutuo, e comunque non inferiore ai 50 mila euro né superiore all’80% del valore commerciale dell’immobile. Il mutuo da surrogare dovrà inoltre essere in corso di regolare ammortamento da almeno 12 mesi. La durata complessiva non potrà infine eccedere i 30 anni, con possibile estinzione anticipata del debito residuo in qualsiasi momento senza il...

Mutuo a tasso variabile da Carige

Mutuo a tasso variabile di Banca Carige è un finanziamento fondiario che fornisce al mutuatario la possibilità di poter avere un mutuo con tassi in linea con gli andamenti dei mercati finanziari.