Cessione del quinto per dipendenti MEF da Unicredit

Oltre alla cessione del quinto per pensionati INPS, che abbiamo avuto modo di esaminare pochi giorni fa, Unicredit ha riservato un’altra forma di finanziamento di identica forma tecnica, riservata ai dipendenti pubblici amministrati dal Ministero dell’Economia e delle Finanze.

In altri termini, questo prestito è esclusivamente offerto a quei dipendenti pubblici che ricevono gli emolumenti attraverso il Servizio Personale del Tesoro. A puro titolo di esempio non esaustivo, rientrano nella categoria i dipendenti ministeriali, quelli dell’Istituto Superiore di Sanità, della Presidenza del Consiglio dei Ministri, degli Archivi Notarili, dei Consigli di Stato e dei TAR, dell’Agenzia delle Dogane, della Corte dei Conti, dell’Agenzia delle Entrate e dell’Agenzia del Territorio.

A tali soggetti beneficiari può essere offerta la cessione del quinto del proprio stipendio, per supportare qualsiasi esigenza di tipo finanziario, eccezion fatta gli investimenti di natura speculativa.

L’importo erogabile può giungere fino a un massimo di 40.000 euro, tenuto in considerazione il limite di trattenuta mensile sullo stipendio pari a un quinto dell’emolumento netto. La durata del piano di rimborso deve invece essere compresa tra i 2 e i 10 anni, comprese tutte le scadenze intermedie annuali.

Non è prevista alcuna forma di preammortamento, ad esclusione di quello tecnico, che inizia nel momento dell’erogazione e si conclude nel momento del pagamento della prima rata del piano di rimborso.

Per legge, e contrariamente a quanto avviene per le altre forme di prestito personale, in questo caso è necessaria una copertura assicurativa obbligatoria che copra i rischi vita e impiego sostenuti dalla banca.

Il tasso applicato è fisso per qualsiasi durata, e non è prevista alcuna commissione di istruttoria. Il finanziamento è estinguibile anticipatamente in qualsiasi momento, con il pagamento di una penale dell’1% del capitale residuo, con un massimo di 50 euro.

I nomi Superquinto MEF e Unicredit appartengono ai rispettivi proprietari.