Prestito chirografario a tasso variabile da Banca Piemonte

Il prestito personale chirografario a tasso variabile è un finanziamento personale a medio o a lungo termine erogato attraverso le filiali della Banca del Piemonte, e destinato a tutte quelle persone fisiche che desiderino supportare operazioni di spesa per importi anche significativi, restituendo il capitale erogato con un piano di ammortamento caratterizzato dall’applicazione di un tasso indicizzato.

Questo prestito si avvale di una forma tecnica c.d. chirografaria: di conseguenza, l’istituto di credito erogante non richiede alcuna garanzia di tipo reale, come invece accade per i mutui ipotecari.

Per ciò che riguarda gli importi finanziabili, come da fogli informativi di prodotto attualmente vigore, non è previsto alcun limite massimo, mentre è necessario che il prestito sia erogato per entità non inferiori ai 31 mila euro.

La durata del piano di ammortamento dovrà invece essere compresa tra un minimo di 18 mesi, e un massimo di 120 mesi, cui si aggiunge la rata di preammortamento tecnico iniziale.

Il tasso di interesse nominale annuo è, come detto, variabile per l’intera durata dell’operazione, dando pertanto al cliente della filiale della Banca del Piemonte la possibilità di poter essere titolare di un finanziamento con tassi in linea con gli andamenti dei mercati finanziari. Il parametro di indicizzazione che funge da base di calcolo per il tasso finito è l’Euribor a 3 mesi, che verrà maggiorato di uno spread dipendente dalla durata dell’operazione, con un tasso minimo definitivo che non può comunque essere inferiore ai 4 punti percentuali.

Sul fronte delle altre condizioni economiche, sono previste spese di istruttoria pari allo 0,40% dell’importo erogato con un minimo di 20 euro e un massimo di 3 mila euro; altre spese sono inerenti all’incasso delle rate e all’invio delle comunicazioni.

I nomi Prestito chirografario tasso variabile e Banca del Piemonte appartengono ai rispettivi proprietari.