Prestito Pensionati da Intesa SanPaolo

Prestito Pensionati è un prestito personale che Intesa SanPaolo ha predisposto per la propria clientela titolare di pensione INPS che non abbia in essere alcun contratto di cessione del quinto dello stesso trattamento pensionistico, ed abbia un’età non superiore agli 80 anni alla scadenza del finanziamento.

Il Prestito Pensionati offre la possibilità di richiedere un finanziamento a tasso di interesse fisso, e rate pertanto costanti per tutta la durata del piano di rimborso. L’importo richiedibile oscilla tra un minimo di 4.800 euro a un massimo di 52.000 euro: tale cifra comprende tuttavia gli oneri connessi all’operazione – interessi, costi di assicurazione, imposte – configurandosi pertanto come un montante.

La restituzione avverrà come poco fa precisato attraverso rate di importo costante, da un minimo di 100 euro mensili a un massimo pari a un quinto dell’importo della pensione netta, come da comunicazione di quota cedibile indicata nell’apposita attestazione rilasciata dalla sede provinciale INPS.

La durata del piano di ammortamento varia invece da un minimo di due anni a un massimo di dieci anni, tenendo in considerazione il limite rappresentato dal compimento degli 80 anni di età.

Il tasso applicato al prestito è pari al 6,55%, con un taeg non superiore al 9,11%. Non sono previste spese di istruttoria, mentre è applicata una commissione dell’1% a titolo di penale per estinzione anticipata. Sono infine previsti 2,50 euro per ogni comunicazione inviata ai sensi di legge.

I nomi Prestito Pensionati e Intesa Sanpaolo appartengono ai rispettivi proprietari.