Superquinto, cessione del quinto INPS da Unicredit

Unicredit, così come la maggioranza degli istituti di credito italiani, ha predisposto un prodotto finanziario dedicato ai pensionati amministrati dall’INPS, che potranno domandare la cessione del quinto della propria pensione netta, ottenendo l’importo da essi desiderato.

Come già intuito, il prodotto è destinato ai soli pensionati INPS, con alcune esclusioni previste dalla convenzione, riguardanti principalmente gli assegni sociali, i trattamenti di invalidità civile, l’assegno mensile per l’assistenza ai pensionati di inabilità, gli assegni di sostegno al reddito, le pensioni a carico degli enti creditizi e gli assegni al nucleo familiare.

Il prestito in questione può garantire al titolare di pensione un importo erogato fino a un massimo 35.000 euro, con una rata mensile che non può superare un quinto della pensione netta. La durata del piano di rimborso deve invece oscillare tra un minimo di 2 e un massimo di 10 anni.

La modalità di rimborso prevista è unicamente quella della trattenuta della rata sul cedolino della pensione, con cadenza mensile. Non è prevista la possibilità di previsione di preammortamento, ad eccezione di quello tecnico, che comincia nel momento dell’erogazione e termina con il pagamento della prima rata di ammortamento.

Contrariamente agli altri prestiti di natura personale, la cessione del quinto in esame prevede l’assicurazione obbligatoria per legge inerente il rischio vita.

Il prestito non subisce, infine, l’applicazione di commissioni di istruttoria. Previste invece commissioni per estinzione anticipata (effettuabile in qualsiasi momento) nella misura di un punto percentuale sul capitale residuo, con un massimo di 50 euro.

L’unica documentazione da presentare è inoltre relativa a quella anagrafica dei richiedenti il finanziamento, e quella sulla capacità reddituale (il modello O/bis M e ultimo CUD).

I nomi Superquinto e Unicredit appartengono ai rispettivi proprietari.