Prestiti per l’auto ancora in calo

Big GiftSecondo le più recenti statistiche pubblicate sul territorio nazionale, le erogazioni di prestiti personali starebbero continuando a calare, con una incidenza particolarmente negativa per quanto concerne i finanziamenti richiesti per l’acquisto di un’auto nuova o usata.

Read morePrestiti per l’auto ancora in calo

Prestiti, quanto pesano le spese di istruttoria

I prestiti personali alle famiglie si mantengono particolarmente onerosi. La colpa non sarebbe, tuttavia, del solo tasso di interesse annuo nominale applicato al capitale oggetto di finanziamento, quanto anche e soprattutto di tutte quelle commissioni accessorie che non sono conteggiate nel TAN, che ma fanno parte di altri indicatori sintetici di costo, come il TAEG, e che sono pertanto ben in grado di spiegare le enormi divergenze che sussistono tra il tasso annuo dichiarato, e il costo dell’operazione stessa.

Read morePrestiti, quanto pesano le spese di istruttoria

Prestiti personali: in Sicilia le famiglie meno indebitate d’Italia

Secondo i dati formulati dalla Cgia di Mestre, al 31 dicembre 2011 le famiglie italiane erano indebitate mediamente per 20.107 euro. Un importo che è frutto della ponderazione di quanto accade a livello territoriale in tutta la Penisola, e che non può che “celare” delle situazioni di maggiore indebitamento, e dei contesti nei quali il peso degli oneri finanziari non potrà che essere minore rispetto a quanto sancito dalla media tricolore. Cerchiamo allora di comprendere dove le famiglie sono più indebitate e, soprattutto, dove si trovano i nuclei familiari con minore indebitamento rispetto al resto della Penisola.

Read morePrestiti personali: in Sicilia le famiglie meno indebitate d’Italia

Prestiti in calo dell’8% nel primo semestre 2012

Secondo quanto riporta l’analisi del patrimonio informativo di Eurisc – Sistema di informazioni creditizie CRIF, che raccoglie i dati di oltre 78 milioni di posizioni creditizie, nel corso del primo semestre dell’anno la domanda di prestiti da parte delle famiglie sarebbe rimasta  in territorio negativo, con un calo pari all’8% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

In maniera più specifica, nel corso del solo mese di giugno l’andamenti dei prestiti personali avrebbe denotato un trend sostanzialmente simile a quello del mese di giugno, consolidando così il passo indietro delle richieste e delle erogazioni. A influenzare pesantemente il comparto, la debolezza del mercato del lavoro e la scarsa fiducia nei consumi: un mix micidiale che ha influenzato al ribasso il desiderio di acquisto di beni durevoli (si confronti, in proposito, il passo indietro compiuto dalle immatricolazioni auto nel sesto mese dell’anno).

Read morePrestiti in calo dell’8% nel primo semestre 2012